Domande e Risposte

Il nostro sito è ormai on-line da diversi anni.
Rispondiamo quotidianamente tramite e-mail o tramite il nostro servizio telefonico a decine di quesiti...
Abbiamo deciso di rendere pubbliche alcune nostre risposte, nella speranza che esse possano essere utili ai futuri clienti visitatori del sito, oppure ai Rivenditori Permaflex di tutta Italia, i quali se vorranno, potranno così prendere spunto da questa pagina.
 
E' una sezione del sito in continua evoluzione, pertanto, troverete spesso nuove domande e risposte. 
 
Ovviamente, nel massimo rispetto della privacy, abbiamo omesso di pubblicare i nominativi o l'indirizzo e-mail di coloro che hanno posto la domanda e abbiamo prestato estrema attenzione nel non pubblicare domande/risposte che possano essere in alcun modo riconducibili a chicchessia. Siamo a completa disposizione qualora pervenissero richieste di cancellazione di una domanda/risposta pubblicata.
 
BUONA LETTURA!
 
 

 

Domanda:   Buongiorno. Affacciatomi di recente sull'universo dei materassi on line, sono rimasto colpito dall'onestà intellettuale che traspare dal Vs. sito. Vorrei quindi porVi un quesito. Possediamo da 23 anni un Permaflex Classic Silver Line (160 x 190) che però è stato utilizzato occasionalmente due o tre volte al mese ovvero per non oltre 400/500 notti. Vista l'età, ritenete debba essere sostituito oppure considerato il minimo utilizzo può continuare a servirci fedelmente? Grato per l'attenzione saluto cordialmente.

Risposta:   In media, un materasso viene sostituito ogni 15-20 anni.

Sebbene il suo materasso sia ancora in perfette condizioni estetiche, i materiali interni potrebbero aver subito un naturale invecchiamento a causa del tempo passato.

Ci riferiamo ad esempio alla classico "ingiallimento" dei poliuretani presenti all'interno del materasso (la così detta Boxatura).  Tale ingiallimento, è solo l'aspetto più tangibile dell'usura del prodotto, che in realtà perde anche elasticità.

Stessa cosa dicasi per le imbottiture con cui è realizzata la fodera del materasso, che, sebbene ben protetta, tende ad accumulare polvere anche negli strati più interni.

Se ritenete che il materasso in Vs. possesso sia ancora in grado di offrire un sostegno adeguato al vostro corpo, allora non c'è bisogno di sostituirlo.

Tuttavia è anche vero che il tempo passa sia per il materasso sia  per coloro che l'utilizzano. Quindi, è plausibile pensare che quando il materasso è stato da Voi acquistato 23 anni fa, anche le vostre esigenze e il vostro fisico erano diversi (così come saranno ancora diverse negli anni a venire).

Infatti, più il nostro fisico invecchia, più abbiamo bisogno di un materasso in grado di offrire una accoglienza ed una ergonomia corrette.

Quindi, considerando il ciclo di vita di questi articoli e i lunghi tempi in cui la spesa viene ammortizzata, non sarebbe comunque sbagliato valutare un nuovo acquisto. 

Tanto più che al giorno d'oggi esistono in commercio diversi modelli di diversi prezzi.

 

 

Domanda:   Soffro di mal di schiena, è meglio un materasso a molle o in memory foam? che modelli mi suggerite?

Risposta:   Solitamente, a chi purtroppo, soffre di determinate patologie o problemi all'apparato muscolo-scheletrico, vengono suggeriti dei materassi che possano adattarsi il più possibile alla naturale conformazione della colonna vertebrale.

 
Sicuramente i materassi in memory foam donano una sensazione di maggior accoglienza e sono in grado meglio di altri di adattarsi in maniera millimetrica al corpo della persona.
La caratteristica del memory foam è proprio quella di essere un materasso particolarmente ergonomico, in quanto il peso del corpo viene distribuito su tutta la superficie del materasso. 
Inoltre, essendo un materiale termosensibile, esso "lavora" bene con il calore emanato dal corpo umano, pertanto questo amplifica la percezione di un supporto particolarmente avvolgente.

 
Una ottima alternativa, se si hanno dei dubbi riguardo il memory foam, potrebbero essere i materassi a molle insacchettate + memory foam. 
In questo caso l'anima interna del materasso è realizzata con delle molle insacchettate una ad una, le quali offrono un sostegno più marcato e, se vogliamo, tradizionale. 
La presenza del memory foam, è limitata ad un piccolo strato nella superficie del materasso: quel tanto giusto, per creare un po' di morbidezza in più e contrastare l'azione "meccanica" della molla.
Insomma, i materassi di questo tipo, riscuotono un ottimo successo proprio perchè sono il giusto compromesso.
 
Per quanto riguarda i prezzi e i preventivi, per semplicità, la invito a visionare le varie schede materasso presenti sul nostro sito. 
Una volta individuato uno o più modelli di suo particolare interesse, potrà richiedere con semplicità un preventivo di spesa.
 
 

 

Domanda:   Sono indeciso tra il modello Silver ed il modello Confort, entrambi a molle indipendenti. Da quello che ho capito il primo ha in più la sfoderabilità, di cui mi interessa poco, un po' di memory sul lato invernale, e un po' più di arieggiamento lungo il perimetro. Ma costa molto di più. Ora la domanda è questa, vale la pena obiettivamente la differenza di costo o, mi sembrano entrambi della stessa "durezza", potrei andare tranquillamente sul Confort ?

Risposta:

La fabbrica Permaflex ha volutamente creato questi 2 materassi con queste differenze in modo tale da poter dare al cliente l'opportunità di fare una scelta sulla base di ciò che egli ritiene più importante su un materasso.

Non entriamo nel merito della differenza di prezzo, in quanto ognuno di noi può dare un determinato valore ad alcune cose e meno ad altre. 

Riferendoci agli aspetti "oggettivi" dei 2 materassi in questione, quel che vorrei far notare è che quello che può sembrare "un po' più di memory" , in realtà e un fattore assai determinante di differenza fra i 2 articoli.

Infatti, grazie alla presenza del memory foam nel pannello del lato invernale, il materasso SILVER acquisisce la definizione di Dispositivo Medico Classe 1CE.
Oltre agli aspetti fiscali inerenti tale certificazione, vi sono però anche degli aspetti pratici:
Ad esempio la possibilità di avere un materasso con 2 diversi lati di utilizzo, e quindi l'opportunità di variare l'accoglienza del materasso in base alle proprie specifiche esigenze.
Tra l'altro la sfoderabilità va considerata nel lungo periodo.
Infatti, il poter sfoderare il materasso è utile sia per eventuali macchie ma anche solo per far prendere aria alla parte interna del materasso (specie nella stagione estiva, dopo nottate particolarmente calde, o per persone che tendono a sudare parecchio).

Ovviamente tutti questi aspetti per talune persone possono giustificare il maggior prezzo, mentre per altre persone possono essere meno rilevanti.

Tra l'altro il materasso Confort, va inquadrato sia come "fratellino minore" del modello SILVER (come da Lei notato) ma può essere posizionato commercialmente anche come "fratello maggiore" del modello CLASSIC.
Ovvero: una volta che arrivo ad un budget che mi consente di acquistare il modello CLASSIC, perché non valutare, per la differenza di prezzo, l'opportunità di dormire su un materasso a molle insacchettate, seppur semplice come il CONFORT?

 


 


 
 
Domanda:

Io e mia moglie soffriamo di patologie discali nel tratto lombo-sacrale(protrusioni) e cervicale(lordosi) in forma abbastanza severa. Eravamo intenzionati a scegliere un materasso in Memory ma ce lo hanno sconsigliato in quanto la camera da letto risulta abbastanza umida e usiamo inoltre lo spazio sottostante la rete per mettere scatole contenitori,il tutto non permetterebbe una buona respirabilità. 
Per ovviare questo problema ci hanno indirizzato verso un materasso con molle insacchettate. 
Ora chiedo a voi un consiglio su quale modello e tipologia dovrei acquistare per venire incontro alle mie necessità. 

 
Risposta:
Premesso che le nostre opinioni e suggerimenti non vogliono e non possono in alcun modo sostituirsi al parere del vostro medico e/o specialista che seghe la vostra situazione.
A nostro modesto avviso un materasso in memory foam, può essere tranquillamente abbinato ad un letto con il contenitore. Questa tipologia di letti, non è infatti indicata per i materassi in lattice, i quali hanno la caratteristica di disperdere l'umidità verso il basso, e quindi necessitano di una superficie di appoggio areata.
 
Detto questo, per i problemi che purtroppo vi accompagnano, a nostro avviso serve un materasso che sia il più ergonomico possibile. Ci vengono in mente i modelli Delice in Memory Foam (realizzato con una particolare lastra ad onde e a zone di accoglimento differenziato) oppure, come dite voi, i modelli a molle insacchettate.
In questo caso sarebbe comunque meglio che il materasso fosse accompagnato da un piccolo strato di Memory Foam, in modo da compensare l'azione meccanica della molla la quale tende a spingere verso l'alto.
Quindi, un modello da poter prendere in considerazione, potrebbe essere il materasso Hill.
Entrambi i materassi citati, sono completamente sfoderabili, disponibili anche in versione anallergica, e soprattutto sono classificati Materassi Dispositivo Medico Classe 1CE.
 
Infine, ci permettiamo di fare una considerazione sulla rete a doghe. Spesso la rete viene sottovalutata nella sua importanza. E' importante che le doghe siano arcuate tutte nella stessa maniera, e possibilmente che siano dotate di cursori di rigidità. Se dovesse avere dubbi sulla capacità della sua rete di accogliere nel modo migliore il nuovo materasso, allora nei limiti del possibile, sarebbe meglio optare per un materasso a molle insacchettate o tradizionali. Esse infatti sono capaci di sopperire in maniera migliore rispetto al memory foam ad eventuali "carenze" della rete.
 

 

Domanda: Vorrei cambiare il mio vecchio Permaflex matrimoniale, Ho la rete a doghe larghe. Ho visto i modelli Hill ed Excels. Come sono fatti? Qual'è il migliore fra i due? La mia rete può andar bene con questi materassi? 

Risposta:  Il materasso modello Hill è un materasso a molle insacchettate, con fodera imbottita in Memory Foam.

La funzione della fodera imbottita in Memory è quella di creare una superficie di appoggio morbida e accogliente, prima di arrivare al "sostegno" delle molleggio sottostante.

Nel caso specifico, il modello Hill non avrebbe alcuna controindicazione ad essere posizionato sopra una rete a doghe larghe come ad esempio il modello Imperial.

Per quanto riguarda il modello Excels, esso è realizzato senza Memory Foam. E' importante sottolineare che la presenza del Touch Foam non è meglio o peggio.... Semplicemente è un materiale diverso che offre una resa diversa (più elastico e meno avvolgente rispetto al memory). Tuttavia la qualità dei materiali è sempre alta.

Quindi, in sostanza, per rispondere alla sua gentile domanda, a nostro avviso non ci sono controindicazioni nel posizionare uno dei materassi a molle insacchettate da Lei citati sopra la sua attuale rete a doghe larghe. (Fatto salvo, ovviamente, il buono stato d'uso della attuale rete).


 


 
Domanda:   Buonasera. Sono interessato al Majesty da 6.000 molle insacchettate che state pubblcizzando in tv. Vorrei sapere se è adatto per un letto Natalie della Flou a sommier (senza rete a doghe).
 
Risposta:
Non vi è alcun problema nel posizionare il materasso MAJESTY sopra il letto Flou modello Nathalie con base a sommier.
Infatti il materasso in questione è dotato, alla base, di un feltro ad alta resistenza in grado di creare una superficie di sostegno compatta ed uniforme. 
(Per questo motivo, il materasso Majesty non ha bisogno di essere girato sotto/sopra ma solo testa/piedi).
 

 
Domanda:   Salve dovrei acquistare il materasso Nutrice volevo sapere se i materiali composti del materasso in estate possono trattenere il calore perché sono indeciso se prendere questo oppure quello a 700 molle che essendo a molle non dovrebbe trattenere in calore. parlo per l'estate, grazie.
 
Risposta:
Entrambi i materassi da Lei citati non subiscono il problema del calore.
Tenga conto che in un materasso, sia esso a molle o in memory, l'elemento che più di altri può far percepire il calore è la fodera.
Se la fodera è realizzata con buoni materiali, con una buona imbottitura, e con piccoli accorgimenti utili ad una buona traspirazione, allora il "problema" del calore si riduce veramente al minimo.

Ovviamente, anche l'anima interna del materasso ha la sua importanza.
Da un certo punto di vista il materasso Nutrice può dare l'idea di maggior calore, ma in realtà grazie al memory foam (nello specifico memory Piuma) si ha un maggior senso di accoglienza rispetto ai materassi a molle tradizionali.
Inoltre il Nutrice è dotato di diversi fori trasversali (all'altezza dell'omero) utili proprio ad un miglior ricambio d'aria.

D'altro canto è indubbio che un materasso con le molle insacchettate gode di una capacità di far passare al suo interno una massa d'aria nettamente superiore rispetto ai materassi in memory e in lattice (in fondo la molla è un filo d'acciaio arrotolato).
Tuttavia spesso ci si dimentica che tutti i materassi con le molle (siano esse tradizionali o insacchettate) hanno la così detta "boxatura". 
Con tale termine si intende appunto un box in poliuretano espanso (Permaflex utilizza il Touch foam, una speciale resina a poro aperto trattato ad acqua) che avvolge tutto il molleggio.

E' questo ci riporta al punto iniziale: è di primaria importanza la qualità della fodera di rivestimento del materasso.
Noi, dal canto nostro, riteniamo che Permaflex utilizzi materiali di prima qualità.
 

 
Per altre domande cliccate sul seguente link:
Stampa Stampa | Mappa del sito
Centro Esclusivo Permaflex - Partita Iva IT03638010920 Via Sant'Alenixedda 65 e Via Roma 263 Cagliari - Via Rosselli 2 Quartucciu (CA) - Italy