Come è fatto un materasso in lattice

"Ho comprato un materasso in lattice e mi sono trovata male"... 
E' come dire: "ho comprato una macchina rossa ed è troppo lenta".

Entrambe sono affermazioni assurde. Se la macchina rossa è lenta, può dipendere da tante cose: è una Ferrari? se è lenta allora avrà sicuramente qualche problema... 
è una Panda del 1980? allora non mi posso aspettare diversamente.

Stesso discorso vale per il lattice. 
Non si può pretendere di acquistare un materasso che di "lattice" ha solo il nome, ad un prezzo scontato dell'60% (c'è da chiedersi poi su quale fantomatico listino prezzi venga calcolato uno sconto del genere) e pretendere di avere un materasso realizzato con tutti i crismi che garantisca una resa veramente valida.
 

Il lattice è un prodotto naturale apprezzato per le sue caratteristiche di indeformabilità e di elasticità, inalterabili nel tempo.

 

 

 

 

Nella Gazzetta Ufficiale n.296 del 21/12/2001 è definito:

 

 

"100% lattice": materasso contenente tra il 60% e l'85% di lattice e avente anima unicamente di lattice di almeno 10 cm di spessore.

 

 

"100% lattice naturale": materasso contenente almeno l'85% di lattice e avente anima unicamente di lattice di almeno 10 cm di spessore.

 

I materassi la cui anima include meno del 60% di lattice nel suo spessore o un'altezza di lattice inferiore a 10 centimetri non possono beneficiare delle denominazioni di cui ai due precedenti punti. In tal caso la denominazione deve fare riferimento sia al componente presente in maggior quantita' nell'anima del materasso (vale a dire molle, poliuretano, lana, etc.) sia utilizzare l'indicazione "materasso composito".


Il problema è che non possiamo certo misurare in casa tali percentuali... Per questo è importante affidarsi ad aziende che offrono la massima serietà. Aziende come Permaflex, le quali sono ormai in questo settore da più di mezzo secolo.

 

 

 

 

 

Il Lattice è una resina naturale che viene estratta dalla corteccia dell’Havea Brasiliensis, l’albero gomma tipico delle foreste tropicali.

La sua straordinarietà consiste nell’elasticità e nella capacità di ritornare nella forma originale dopo essere stato allungato o sottoposto a qualsiasi pressione. La struttura a cellula aperta consente la massima traspirabilità ed evita l’accumulo di umidità, permettendo di mantenere costante la temperatura corporea durante il riposo.

Il Lattice è anche anallergico, antibatterico e adatto a chi desidera riposare su una struttura igienica e dalle proprietà rigeneranti.

 

Proprio per le sue caratteristiche, Permaflex ha realizzato la Linea Lattice, una linea naturale, igienica, confortevole ed elegante.

 

 

La produzione del lattice si articola in 2 fasi:

 

La schiumatura e la vulcanizzazione.
Attraverso la schiumatura il lattice viene miscelato con aria per ottenere una schiuma della densità voluta.
La successiva fase di vulcanizzazione dona al materiale le tipiche caratteristiche di resilienza ed elasticità.


Durante la fase di schiumatura è possibile ottenere dei fori di diametro variabile, i quali costituiscono la cosidetta alveolatura del materasso.
Tali fori, a seconda della loro disposizione e della loro dimensione, consentono di creare le zone di accoglimento differenziato.


Ad esempio, solitamente, la zona centrale è studiata per il supporto della colonna vertebrale, mentre la zona delle spalle offre maggiore morbidezza ed accoglienza.
Inoltre questi fori consentono una ottima circolazione dell'aria.

 

 

 

 

Esistono 2 metodi di lavorazione del lattice:

 

Il metodo Dunlop tradizionale viene usato nella fabbricazione lattice sin dal 1929.

La mescola dei componenti la schiuma di base viene miscelata ad aria per farla montare, il prodotto così ottenuto viene versato in stampi, coperto, e cotto a vapore (vulcanizzato).

 

Il metodo Talalay è stato introdotto in seguito e sostanzialmente aggiunge due passi al processo di lavorazione precedente. Quando la schiuma di lattice viene versata nello stampo lo stesso viene chiuso e viene estratta l’aria permettendo una migliore distribuzione della schiuma di lattice.

Lo stampo viene poi sottoposto ad un repentino processo di congelamento in questo modo le cellule conservano la loro struttura regolarmente circolari, viene quindi sottoposto al processo di vulcanizzazione. 

 

La fabbrica Permaflex utilizza lastre in lattice prodotte con il primo metodo.

 

 

Il lattice con cui Permaflex realizza materassi, guanciali e accessori, nasce dalle cellule dell'albero Hevea Brasiliensis. Dal prezioso siero che queste piante sprigionano deriva la gomma. Recentemente, con l'evoluzione della schiuma di lattice, si è passati alla realizzazione su larga scala di nuovi prodotti sempre più evoluti e rispondenti alle esigenze del mercato del settore bedding.
 

La schiuma di lattice ha numerosi vantaggi, prima fra tutti l'elasticità. I materassi in questo materiale sono infatti, in grado di supportare e mantenere la conformazione naturale della colonna vertebrale durante il riposo.

 

 

Altri pregi della schiuma del lattice sono l'indeformabilità e la resistenza: il lattice è infatti in grado di subire deformazioni fino a dieci volte la lunghezza originale. La schiuma di lattice possiede inoltre elevate proprietà igieniche, batteriche, germicide e fungicida. Poiché la gomma è isolante rispetto al calore, in ogni lastra, vengono create geometricamente fitte alveolature in modo da consentire la libera circolazione dell'aria e contribuire a rendere traspirante e ventilato il supporto in cui si riposa.

 

All'interno della collezione Permaflex 2018, i materassi realizzati con questo sistema sono:

 

MATERASSO MAGIC

MATERASSO PREMIUM

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
Centro Esclusivo Permaflex - Partita Iva IT03638010920 Via Sant'Alenixedda 65 e Via Roma 263 Cagliari - Via Rosselli 2 Quartucciu (CA) - Italy